Azioni Unicredit: il salto di qualità è dietro l’angolo?

Scritto il 30 Agosto, 2016 - 14:09 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
1587 letture
Tag

Unicredit sta inviando dei segnali positivi che confortano l’attesa di ulteriori allunghi nel breve. Un buon momento per comprare?

Unicredit nel mese di agosto si è mosso in un intervallo piuttosto ampio delimitato inferiormente dall’area di 1,75 euro, lambita nelle prime sedute del mese, e superiormente dalla barriera dei 2,2/2,25 euro che viene messa sotto pressione da alcune sedute.
Per quanto l’impostazione di lungo termine del titolo si confermi nettamente ribassista, nel breve lo scenario appare costruttivo e non sono da escludere apprezzamenti anche interessanti dei corsi al superamento di determinati livelli, peraltro molto vicini alle quotazioni attuali.

Con conferme al di sopra dei 2,25 euro, avvalorate da una riconquista dei 2,3 euro, potrà proseguire il suo recupero verso i 2,5/2,6 euro, livelli che non si vedono ormai dalla seconda metà di giugno. La rottura dell’area appena segnalata aprirà le porte ad estensioni in direzione dei 2,8 euro, oltrepassati i quali ci sarà spazio per un test di area 3 euro, anche se per assistere ad un’evoluzione di questo tipo sarà necessario del tempo.

La mancata violazione dei 2,25/2,3 euro manterrà Unicredit nel canale all’interno del quale si è mosso da inizio mese. Al ribasso il primo supporto chiave da monitorare è in area 2,15/2,14 euro, sotto cui si avrà un nuovo test di area 2 euro.
La perdita di quota 2/1,95 euro indebolirà nuovamente la struttura tecnica del titolo, con il rischio di ritorni verso i recenti minimi in area 1,8/1,75 euro.

Operativamente per un ingresso long consigliamo di attendere la rottura dei 2,25/2,3 euro con stop a 2,15/2,14 euro e target a 2,5/2,6 euro. Al momento consigliamo un’operatività di tipo short che andremo a valutare solo in caso di chiusure giornaliera sotto i 2,15/2,14 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.