Azioni Terna: una scelta sicura in un mercato burrascoso

Scritto il 19 Febbraio, 2016 - 14:15 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
1932 letture
Tag

Terna grazie alla sua natura difensiva sta performando decisamente meglio del mercato, offrendo un rapporto rischio-rendimento molto interessante.

Electrical pole with insulators located between the mountains (Dolomites, Italy)

Electrical pole with insulators located between the mountains (Dolomites, Italy)

Terna sta viaggiando esattamente sugli stessi valori sui quali si trova a inizio dicembre, con un bilancio quindi in pari da quella data, mentre da allora il Ftse Mib ha perso circa il 25% del suo valore.

Questo la dice lunga sull’ottima tenuta del titolo che durante gli ultimi due mesi e mezzo non sono è riuscito a mantenersi a galla, ma ha provato anche a salire in controtendenza rispetto al mercato.

Proprio agli inizi di febbraio si è spinto a segnare nuovi massimi storici a ridosso dei 5 euro, per poi accusare una flessione che ha condotto le quotazioni fino all’area dei 4,5 euro. Da questo livello il titolo ha avviato un recupero che al momento è stato frenato dalla soglia dei 4,75 euro, senza tuttavia provocare flessioni accentuate almeno fino a questo momento.

Nei giorni scorsi la società ha presentato i risultati preliminari del 2015 con indicatori tutti in crescita, e ha inoltre svelato il nuovo piano industriale, del quale è stata apprezzata soprattutto la nuova politica di dividendo.

Anche alla luce di queste indicazioni riteniamo che Terna abbia ancora da esprimere un interessante potenziale, pur consapevoli che la vicinanza ai massimi storici potrebbe in qualche modo frenare l’ascesa dei corsi.

Operativamente si potrebbe intervenire in acquisto già sui livelli attuali, con stop sotto 4,5 euro e primo obiettivo a 4,75/4,8 euro e target successivo a 5 euro. Al superamento di questo livello si potranno incrementare le posizioni long alzando lo stop a 4,75 euro, con target a 5,25/5,3 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.