Azioni Tenaris: tenersi pronti a premere il tasto buy

Scritto il 21 Settembre, 2016 - 14:28 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
1273 letture
Tag

Tenaris dai massimi di agosto oltre quota 13 euro ha avviato una fase discendente dalla quale al momento non riesce a smarcarsi.

Tenaris è tra quei titoli che da inizio anno presentano un bilancio positivo, visto che mantiene ancora un vantaggio di oltre il 5%, a dispetto della perdita piuttosto pesante mostrata dall’indice Ftse Mib.
Il titolo ha vissuto la sua sua fase più buia quest’anno tra gennaio e febbraio, quando è sceso a ridosso di quota 8,5 euro. Da questo livello è partito un pronto recupero che ha portato nelle prime sedute di luglio a toccare i massimi dell’anno ad un soffio dai 13,5 euro. Valori che il titolo ha cercato di avvicinare nuovamente ad agosto, prima di una discesa che lo vede diretto ora verso gli 11,5 euro.
La tenuta di area 11,5/11,4 euro sembra coerente con una ripartenza degli acquisti, ma sarà bene fare attenzione perchè il cedimento del livello appena segnalato avrà l’effetto di alimentare nuove vendite e in tal caso si rischia un downside di almeno un altro euro verso i 10,5 euro.
Operativamente si può intervenire su tenuta di 11,5/11,4 euro con stop appena sotto gli 11 euro e obiettivi a 12 e a 12,5 euro prima e a 13 e a 13,5 euro in un secondo momento.
L’operazione long appena suggerita non è immune da rischi e molto dipenderà anche dagli sviluppi del mercato in generale, visto che una ripresa del Ftse Mib e in generale del settore oil potrebbe dare un valido sostegno a .

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.