Azioni Tenaris: una reazione interessante. Quando scatta il buy?

Scritto il 7 Novembre, 2016 - 14:23 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
1290 letture
Tag

Tenaris invia dei segnali interessanti che lasciano spazio ad un’ulteriore ripresa nel breve.

Tenaris sta provando a reagire, per ora con successo, alla fase discendente che lo ha caratterizzato tra fine ottobre e inizio novembre e che si è tradotta in una perdita di oltre 1 euro di valore.
Il titolo già venerdì scorso ha vissuto una seduta molto tonica e sta proseguendo al rialzo anche oggi, approfittando del sentiment positivo che interessa Piazza Affari.
Il ritorno degli acquisti è stato favorito dalla diffusione dei risultati del terzo trimestre del gruppo che, pur essendo accompagnati da un outlook con zone d’ombra, ha risollevato l’umore degli investitori.
Dalle banche d’affari non arrivano giudizi entusiasmanti per , visto che Equita SIM suggerisce di mantenere il titolo in portafoglio con un prezzo obiettivo a 11,6 euro, mentre Goldman Sachs ha ritoccato il target price da 13,1 a 13,3 euro, confermando però la raccomandazione neutrale. Negativo il giudizio di secondi cui Tenaris è destinato a sottoperformare il mercato, con un prezzo obiettivo aumentato da 10 a 10,5 euro, valore che si colloca comunque al di sotto delle attuali quotazioni di Borsa.
Dal punto di vista grafico con la riconquista dei 13 euro si può tornare a guardare ora ai massimi dell’anno in area 13,5/13,55 euro. Una strategia sulla forza prevede un acquisto al superamento di questo livello con stop a 13,25 euro e obiettivo a 14/14,2 euro e successivamente a 14,5 euro.
In alternativa si potrà attendere un eventuale ritracciamento a 12,5 euro, intervenendo su questo livello con stop a 12,2 euro e target a 13 e a 13,5 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.