Azioni Saipem: un rimbalzo della speranza

Scritto il 16 Dicembre, 2015 - 14:32 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
2660 letture
Tag

Saipem sta provando a recuperare terreno sull’onda di qualche acquisto ritornato sul petrolio, ma il quadro grafico si conferma fragile.

saipem7000

Saipem rientra tra le blue chips che da inizio anno mostrano un bilancio negativo, con una evidente sottoperformance rispetto al mercato. I motivi alla base di questo andamento negativo sono diversi e da ricondurre non solo al calo del prezzo del petrolio, ma anche a problemi propri della società che appaiono ben lungi dall’approdo ad una soluzione.

Questo spiega anche i giudizi neutro-negativi espressi da diverse banche d’affari che consigliano nel complesso di mantenere le distanze dal titolo in attesa di schiarite.

Dal punto di vista grafico mostra una chiara impostazione ribassista e al momento non si intravede alcun segnale che possa indurre a sperare in una inversione di tendenza.

Dai minimi dell’anno segnati lo scorso 24 agosto poco sotto i 7 euro, il titolo ha avviato un bel recupero in direzione dei 9 euro, da cui è tornato a perdere terreno scendendo fino all’area dei 7,3 euro nei giorni scorsi.

Un acquisto si può valutare su tenuta dei 7,5/7,6 euro, con stop stretto a 7,2 euro e primo target a 7,8 euro.

Gli obiettivi successivi si possono individuare a 8,1/8,2 euro e a 8,5 euro, ma un primo allentamento della pressione ribassista si avrà solo con il superamento di area 9 euro.

In tal caso il titolo potrà proseguire al rialzo verso i 9,5 euro prima e i 10 euro in un secondo momento, ma l’eventuale raggiungimento di questi livelli richiederà sicuramente del tempo.

 

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.