Azioni Saipem: quando acquistare il titolo?

Scritto il 29 Settembre, 2016 - 14:30 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
1783 letture
Tag

Saipem riparte sull’onda del rally del petrolio innescato dall’accordo Opec sul tetto alla produzione, ma una rondine non fa primavera.

Saipem è senza dubbio il peggior titolo del settore oil a Piazza Affari a livello di performance, visto che da inizio anno mostra un bilancio negativo di circa il 60%, con valore ridotto a quasi un terzo rispetto a quello di fine 2015.
Il titolo ha inizio anno ha registrato un crollo verticale che lo ha portato a segnare a metà febbraio un minimo storico a 0,28 euro. Da questo livello si è avuto un recupero che in più occasioni ha visto le quotazioni riaffacciarsi al di sopra di area 0,4 euro.
L’ultimo tentativo risale ai primi giorni di settembre, ma già da metà mese ha imboccato nuovamente la via delle vendite, riuscendo a ripartire da quota 0,34 euro.
I giudizi delle banche d’affari sono poco lusinghieri sul titolo e gli analisti faticano ad avere una view positiva, tanto che Equita SIM suggerisce semplicemente di mantenere Saipem in portafoglio, con un prezzo obiettivo a 0,48 euro e anche Kepler Cheuvreux mantiene un rating hold, con un target price a 0,42 euro.
Operativamente si può intervenire al rialzo al superamento di quota 0,38 euro, con stop stretto a 0,36 euro e target a 0,4 euro, con obiettivo successivo a 0,42 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.