Azioni Mediolanum: il potenziale di upside non è ancora esaurito

Scritto il 9 Novembre, 2015 - 8:00 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
1485 letture
Tag

Mediolanum si avvia a concludere un 2015 molto positivo e nelle prossime settimane potrebbe avere ancora qualcosa da offrire agli investitori.

Mediolanum da inizio anno è senza dubbio tra i protagonisti di Piazza Affari nel segmento delle blue chips visto che ha messo a segno un progresso di circa il 50%.

Il titolo ha vissuto una fase di crescita praticamente ininterrotta fino a metà maggio quando è arrivato a toccare un massimo in area 8,5 euro. Da questo livello si è avuto un pesante ritracciamento che verso fine settembre ha visto i corsi scendere poco sopra i 6,2 euro, con successivo recupero che vede puntare il titolo nuovamente all’area degli 8 euro.

Nelle ultime due sedute gli acquisti su sono stati animati dai buoni risultati trimestrali accolto con favore dalle banche d’affari. Queste ultime però mantengono una view neutrale sul titolo visto che Equita SIM conferma la raccomandazione hold e Banca Akros un rating neutral, ma entrambe hanno rivisto  al rialzo il prezzo obiettivo di Mediolanum da 6,7 a 7,6 euro nel primo caso e da 8 a 8,2 euro nel secondo.

Dal punto di vista tecnico la rottura di area 7,8 euro spingerà i corsi verso la soglia degli 8 euro, superata la quale si avranno allunghi verso i massimi dell’anno in area 8,4/8,5 euro.

Operativamente si può intervenire subito su rottura dei 7,8 euro, con stop a 7,5 euro e target sui livelli appena segnalati. Chi ha una minore propensione al rischio potrebbe valutare un’operatività alternativa che prevede in ingresso long su ritracciamento verso area 7,3 euro, con stop a 7 euro e obiettivi a 7,8 e a 8 euro, con target successivo a 8,2 e 8,4/8,5 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.