Azioni Mediaset: a rischio un doppio massimo?

Scritto il 24 Marzo, 2016 - 8:00 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
2220 letture
Tag

Mediaset si sta scontrando nuovamente con un livello che aveva già respinto i corsi da inizio anno. A rischio una prosecuzione del rialzo.

Mediaset a inizio gennaio ha abbandonato l’area dei 3,8 euro, avviando una flessione che ha spinto i corsi al di sotto dei 3 euro, a poca distanza dai 2,8 euro. Da questo livello si è avuto un recupero che ha visto il titolo scontrarsi nuovamente con l’area dei 3,8 euro, violata frazionalmente nelle scorse sedute prima di essere ceduta nuovamente.

Dopo la diffusione dei risultati del 2015, il titolo ha raccolto giudizi diversi dalle banche d’affari, con Nomura che ha mantenuto invariato il rating “neutral” e un prezzo obiettivo a 3,9 euro, mentre Deutsche Bank ha ribadito la raccomandazione “hold” con un target price a 4 euro.

A puntare su è secondo cui il titolo è destinato a fare meglio del mercato con un fair value tagliato da 4,84 a 4,66 euro, mentre Equita SIM consiglia di acquistare con un prezzo obiettivo ridotto da 4,3 a 4,1 euro.

Tecnicamente il titolo, come accennato prima, deve fare i conti con la barriera dei 3,8 euro. Se questo livello non sarà violato al rialzo, sarà probabile un ripiegamento che al di sotto dei 3,5/3,4 euro potrà condurre i corsi verso i 3,1/3 euro.

Operativamente si può intervenire al ribasso su tenuta dei 3,8/3,85 euro, con stop loss a 4 euro e primo obiettivo a 3,4 e target successivo a 3,1/3 euro.

Al rialzo aprire posizioni solo su rottura confermata dei 3,8/3,85 euro con stop a 3,5 euro e primo obiettivo a 4/4,1 euro e target successivo a 4,4/4,45 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.