Azioni Fca: quando provare ad acquistare di nuovo?

Scritto il 28 Gennaio, 2016 - 14:32 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
761 letture
Tag

Fca prosegue nella sua parabola discendente che da inizio mese ha registrato una progressiva accelerazione, senza mostrare per ora segnali di ripresa.

fca

Anche per Fca il mese di gennaio si sta rivelando particolarmente difficile, basti pensare che il titolo nelle ultime settimane ha perso quasi 2 euro del suo valore. Le quotazioni si stanno avvicinando ai valori registrati a inizio 2015, amplificando peraltro le perdite registrate dal mercato di riferimento.

E’ evidente la sottoperformance di Fca che proprio nelle ultime ore viene colpito dai ribassisti dopo la delusione per i target del 2016 e le incertezze sugli obiettivi al 2018, rivisti al rialzo e considerati troppo aggressivi e di conseguenza irrealizzabili.

Le banche d’affari nel complesso mantengono una view cauta sul titolo, tranne alcune eccezioni come Equita SIM e Securities che continuano a scommettere su Fca con una raccomandazione buy la prima e outperform la seconda.
Un po’ tutti i brokers hanno rivisto al ribasso il prezzo obiettivo del titolo, sebbene i nuovi target implichino ancora interessanti spazi di crescita.

Dopo aver avvicinato l’area dei 6 euro nei giorni scorsi, Fca ha dato vita ad un recupero che ha trovato un valido ostacolo in area 7 euro. Una discesa al di sotto dei 6,5 euro porterà ad un nuovo test di area 6,2/6,1 euro, con eventuali allunghi fino alla soglia dei 6/5,9 euro, dove ci attendiamo un ritorno degli acquisti.

Operativamente si può intervenire su tenuta dei 6,5 euro con stop stretto a 6,2 euro e target a 7, per poi individuare obiettivi successivi a 7,5 a 8 euro.

In alternativa si può attendere un eventuale ulteriore flessione in area 6,2/6 euro, con stop a 5,7 e obiettivi a 6,5 e a 7 euro, oltre i quali si potrà spostare il take profit a 7,5 e a 8 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.