Azioni Facebook: conviene investire sul titolo?

Scritto il 23 Febbraio, 2017 - 12:02 da Redazione
Pubblicato in
2769 letture
Tag

Azioni Facebook, conviene investire sul titolo? C’è chi lo snobba e chi lo ama ma il fatto è che Facebook è un colosso dei nostri tempi con progetti in ogni campo e tante tante novità che la rendono un’azienda interessantissima dal punto di vista degli investimenti. 

Oggi voglio condividere con te alcuni dei progetti su cui Facebook è attualmente impegnata, parleremo delle sue previsioni di crescita future e daremo un’occhiata ai numeri dell’azienda per capire se è interessante per noi dal punto di vista finanziario.

Cominciamo subito.

Internet.org

Connettere il mondo: questo è l’obiettivo di Facebook e per raggiungerlo ha creato Internet.org.

Internet è ormai diventato un bene di primaria importanza per sviluppare la conoscenza e per condividerla all’esterno.

4,5 miliardi di persone nel mondo però non sono connesse alla rete ed è per questo che Facebook ha ideato questa iniziativa chiamata Internet.org con la quale intende portare Internet dove ancora non è arrivato.

Quali sarebbero i benefici per queste popolazioni? Gli agricoltori di questi paesi poveri, ad esempio, potrebbero conoscere in anticipo le previsioni meteo per massimizzare la semina ed ottenere migliori raccolti. I bambini meno fortunati potrebbero possedere un’enciclopedia di informazioni sempre aggiornate, di modo che, pur non avendo libri su cui studiare, possano essere informati e sviluppare il proprio sapere.

Come Facebook intende raggiungere questo obiettivo? Lavorando su accessibilità di connessione e finanziaria e consapevolezza.

Con Free Basics Facebook permette a tutte queste popolazioni di accedere gratuitamente ai siti definiti “essenziali”: notizie, ricerca lavoro, salute ed educazione, nonché a Facebook naturalmente per comunicare all’esterno. Il tutto disponibile sul proprio telefono senza costi di trasferimento dati, grazie alla partnership con i maggiori operatori mobili.

Portando la rete a queste persone si intende far sì che esse ne conoscano e capiscano l’importanza e che utilizzino questo mezzo per informarsi e migliorare la propria vita.

Free Basics è al momento disponibile nei seguenti paesi: Africa e Medio Oriente (Angola, Benin, Capo Verde, Chad, Repubblica democratica del Congo, Gabon, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Iraq, Giordania, Kenya, Liberia, Madagascar, Malawi, Mauritania, Mozambico, Niger, Nigeria, Repubblica del Congo, Ruanda, Senegal, Seychelles, Sud Africa, Tanzania, Zambia), Asia (Bangladesh, Cambogia, Indonesia, Maldive, Mongolia, Myanmar, Pakistan, Papua Nuova Guinea, Filippine, Tailandia, Timor Est, Vanuatu), America Latina (Anguilla, Antigua e Barbuda, Aruba, Barbados, Isole Vergini Britanniche, Bonaire, Colombia, Curaçao, Dominica, Salvador, Grenada, Guatemala, Honduras, Giamaica, Messico, Montserrat, Panama, Perù, San Kitts e Nevis, Santa Lucia, Saint Vincent e le Grenadines, Suriname, Trinidad e Tobago, Turks e Caicos).

Al momento il progetto è riuscito a connettere alla rete 25 milioni di persone che diversamente non avrebbero mai potuto accedervi. Queste persone stanno migliorando la propria vita grazie ad essa: migliorando le proprie conoscenze scolastiche, sviluppando meglio il proprio business facendolo crescere e conoscere all’esterno, imparando a mangiare meglio e a curarsi.

Comunità globale

Mark Zuckerberg è un uomo dalle mille risorse e basta visitare la sua pagina Facebook per avere un’idea delle mille iniziative che ha ideato per creare un mondo migliore.

Uno dei suoi focus attuali è quello di creare una comunità globale. Secondo Mark infatti di questi tempi è molto importante sviluppare una comunità globale che funzioni e che sia in grado di aiutare tutti noi e per questo Facebook intende sviliuppare l’infrastruttura sociale in grado di realizzare questo obiettivo. Negli ultimi dieci anni l’azienda si è preoccupata di connettere amici e famiglie in tutto il mondo, sembra però che oggi il nuovo obiettivo del colosso sia quello di sviluppare appunto le infrastrutture sociali per la comunità: per supportare la comunità, per la sicurezza, per l’informazione per la partecipazione di tutti alla società. Mettere tutti insieme è il grande progetto di Facebook nonché il progetto più grande che ogni altra azienda o organizzazione abbia mai pensato di realizzare e Facebook vuole farlo proprio fornendo le risposte alle questioni di cui sopra. Come aiutare la gente a sviluppare comunità di supporto? Come aiutare le persone a costruire comunità sicure, che siano di aiuto durante le crisi o che aiutino nella ricostruzione quando ce n’è bisogno? Come creare una comunità informata di modo da essere esposti continuamente a nuove idee e costruire una conoscenza comune in questo mondo? Come fare in modo che la popolazione si senta attiva dal punto di vista civico e che partecipi attivamente alla comunità?

Insomma l’obiettivo di Facebook è quello di aiutare i cittadini a creare un impatto positivo, mitigando le aree in cui tecnologia e social media possono contribuire ad eliminare l’isolamento.

Oculus

Uno dei progetti attualmente in lavorazione per Zuckerberg è il progetto Oculus che si occupa di sviluppare la realtà virtuale e aumentata.

Come dice lui stesso sulla sua pagina, il progetto si basa su ottica avanzata, tracciamento oculare, realtà mista e nuovi modi di mappare il corpo umano. L’obiettivo è quello di far sì che la realtà virtuale e aumentata siano disponibili per tutti con occhiali piccoli da portare sempre con sé, software in grado di fornire all’utente qualunque esperienza e tecnologie che permettano all’utilizzatore di interagire con il mondo virtuale esattamente come si fa con quello fisico.

Oculus Rift è attualmente la miglior esperienza di realtà virtuale sul mercato che cambierà il mondo dell’intrattenimento digitale.

Jarvis

After a year of coding, here's Jarvis.

Pubblicato da Mark Zuckerberg su Martedì 20 dicembre 2016

Si tratta dell’intelligienza artificiale che Mark in persona ha creato per rendere più semplice la nostra vita di tutti i giorni. E’ un maggiordomo vero e proprio che aiuterà nelle faccende di casa, controllerà l’illuminazione, la temperatura della stanza, azionerà gli elettrodomestici, avvierà la musica e terrà sotto controllo i dispositivi di sicurezza, tutto a portata di click mediante un App che Mark ha creato per il tuo telefono.

Jarvis sarà in grado di imparare i gusti e le abitudini del suo utilizzatore (tipo: come vuoi che sia cotto il tuo toast al mattino?), nuove parole e concetti e perfino intrattenere i bambini. L’App è in grado di lavorare con riconoscimento facciale e vocale e aprire ad esempio la porta agli ospiti, se li conosce, e avvisare il proprietario tramite messaggio su Messanger.

La Fondazione Chan Zuckerberg

facebook

Si tratta dell’associazione che Mark ha creato con sua moglie nel 2015 in occasione della nascita della loro primogenita.

L’obiettivo dell’associazione è quello di sviluppare il potenziale umano e promuovere eguali opportunità.

Il team che lavora presso l’associazione è composto da 47 scienziati che provengono dalle migliori università americane. Gli obiettivi iniziali della fondazione sono la scienza e l’educazione: far sì che i nostri figli possano avere accesso a molte più cose rispetto a quelle che abbiamo noi oggi e che possano vivere un mondo migliore rispetto a quello attuale. Per questo la fondazione sta finanziando il lavoro dei ricercatori per cinque anni perchè possano progredire con la ricerca e raggiunger l’obiettivo finale che è quello di debellare tutte le malattie o perlomeno prevenirle, imparare a gestirle e vincere contro di esse.

L’altro obiettivo della fondazione è legato all’educazione: fornire ad ogni studente e ad ogni insegnante la possibilità di eccellere. Per far questo occorre andare dagli studenti, uniformarsi al loro livello attuale e portarli gradatamente dove vogliono arrivare.

Altri interessi

Preservare la natura e gli animali a Kawai nelle Hawaii dove Mark ha acquistato un terreno e vuole andare a vivere con la famiglia.

Energia rinnovabile: Facebook ha appena costruito l’ottavo centro dati in Danimarca, alimentato a energia rinnovabile 100%. Non si tratta del primo però, anche un altro centro di Texas (il più grande data center del mondo) è completamente alimentato a energia eolica.

Facebook nel futuro

Queste le previsioni per Facebook nei prossimi 10 anni così come pubblicate da Mark Zuckerberg il mese scorso.

Stiamo parlando di 1.9 miliardi di persone su Facebook di cui 1.2 miliardi attive tutti i giorni e circa 65 milioni di business che utilizzano Facebook per farsi conoscere e per comunicare con i propri clienti.

Dati finanziari

Dati Finanziari

2014

2015

2016

Conto Economico

Ricavi Netti

12.466,00

17.928,00

27.638,00

Risultato Operativo

4.994,00

6.225,00

12.427,00

Utile Netto

2.940,00

3.688,00

10.217,00

EPS Base

1,12

1,31

3,56

Media Azioni in Circolazione (Diluito)

2.664

2.853

2.925

Stato Patrimoniale

Attività Correnti

13.670,00

21.652,00

34.401,00

Attività Non Correnti

26.514,00

27.755,00

30.560,00

Totale Attività

40.184,00

49.407,00

64.961,00

Passività Correnti

1.424,00

1.925,00

2.875,00

Totale Passività

4.088,00

5.189,00

5.767,00

Total Equity

36.096,00

44.218,00

59.194,00

Flussi di Cassa

Flusso di Cassa da Attività Operative

5.457,00

8.599,00

16.108,00

Capitale Investito

-1.831,00

-2.523,00

-4.491,00

Flussi di Cassa

3.626,00

6.076,00

11.617,00

Chi sono