Azioni Banca Pop Emilia Romagna: a rischio la tenuta del supporto

Scritto il 30 Settembre, 2016 - 14:18 da Ivan Di Staso

Banca Popolare dell’Emilia Romagna prosegue nel suo movimento laterale partito nei primi giorni di luglio, avvicinandosi però ad un importante supporto.

Anche Banca dell’Emilia Romagna risente della negativa intonazione che sta interessando il settore bancario da inizio anno a Piazza Affari. Il titolo rispetto alla fine del 2015 ha più che dimezzato il suo valore, senza riuscire a trovare per il momento validi spunti per dare vita ad un recupero convincente.
Dopo i minimi di inizio luglio segnati in area 2,5 euro, il titolo ha avviato un movimento laterale con limite superiore i 3,6/3,65 euro e limite inferiore la soglia dei 3 euro.
Banca Popolare dell’Emilia Romagna si sta avvicinando pericolosamente ora alla parte bassa di questo range e sarà importante verificare ora l’eventuale capacità di reazione del titolo che diversamente andrà incontro a nuove vendite.
La struttura tecnica si conferma precaria proprio perchè i corsi si trovano in prossimità di un sostegno che potrebbe rivelarsi decisivo nel breve. L’eventuale cedimento di area 3,1/3 euro produrrà infatti un’accelerazione ribassista in direzione dei minimi segnati a luglio in area 2,5 euro.
In caso di reazione dai livelli attuali si potrà assistere ad un recupero in direzione dei 3,6/3,65 euro, limite estremo del movimento laterale in atto. Con la rottura di questo ostacolo si potranno avere allunghi interessanti in direzione dei 4 euro prima e successivamente verso la soglia dei 4,5/4,6 euro nella migliore delle ipotesi.
Al momento consigliamo di monitorare la tenuta del supporto a 3,1/3 euro e in caso di esito positivo suggeriamo l’apertura di una posizione long con stop stretto a 2,85 euro e primo obiettivo a 3,5/3,6 euro.

Chi sono

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.