Azioni Banca Pop.Emilia Romagna: ancora un buon potenziale rialzista

Scritto il 14 Aprile, 2016 - 14:06 da Ivan Di Staso

Banca Popolare dell’Emilia Romagna beneficia della buona intonazione dell’intero settore, candidandosi ad ulteriori allunghi nel breve.

Banca dell’Emilia Romagna, al pari di quanto accaduto per molti altri titoli del settore bancario, ha visto dimezzare il suo valore dai massimi di inizio dicembre 2015 in area 7,5 euro, fino ai minimi di metà febbraio segnati poco sopra i 3,5 euro.

Alla fine della prima decade di febbraio il titolo è sceso in area 3,7 euro, per poi risalire la china in direzione dei 5 euro, salvo poi flettere nuovamente verso area 3,7 euro.

Da questo livello è partito un recupero che vede ora Banca Popolare dell’Emilia Romagna nuovamente alle prese con l’ostacolo dei 5 euro. Dal superamento o meno di questa resistenza dipenderà l’evoluzione del titolo nel breve, segnalando che i corsi al momento si mantengono ben al di sotto della media mobile semplice a 200 periodi che passa in area 6,5 euro.

L’RSI è ancora in una zona abbastanza neutrale, lontano quindi da aree di ipercomnprato, e questo potrebbe favorire ulteriori progressi delle quotazioni nel breve.

Una prosecuzione del rialzo sarà da condizionare al superamento dei 5 euro, dove si potrà intervenire in acquisto con uno stop loss a 4,75/4,7 euro e primo target a 5,5 euro, con obiettivo successivo area 6 euro.

Chi sono

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.