Azioni Azimut: un titolo da mettere in portafoglio ora?

Scritto il 4 Aprile, 2016 - 8:00 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
3047 letture
Tag

Azimut Holding ha recuperato parecchio terreno dai minimi dell’anno, gettando le basi per ulteriori interessanti allunghi. 

Azimut Holding da inizio anno presenta ancora un bilancio negativo, ma il titolo continua a mostrare una maggiore forza relativa rispetto all’indice Ftse Mib, la cui perdita appare ben più cospicua.

Nelle ultime due sedute è stato favorito dagli acquisti sulla scia delle indicazioni positive arrivate dall’Esma che nell’ultimo documento non ha modificato le regole per il calcolo delle performance fee, ossia le commissioni che le società di gestione deel risparmio ricevono dai clienti al raggiungimento di determinati target sui risultati.

Secondo gli analisti di diverse banche d’affari, Azimut è che tra i titoli che maggiormente beneficieranno delle decisioni dell’Esma e questo induce a pensare che il titolo possa essere ancora sostenuto dagli acquisti nel breve.

Dal punto di vista tecnico il recupero messo a segno dai minimi di metà febbraio a ridosso dei 15 euro, ha trovato un primo ostacolo in area 21 euro.

Al superamento di questo livello si potrà intervenire al rialzo con stop sotto area 20,5 euro e primo obiettivo a 22 euro e target successivo a 23 euro. In alternativa si potrà attendere un eventuale ripiegamento in area 20,5 euro per far scattare un buy con stop in caso di cedimento dei 20 euro e target a 21 euro in primis e in seguito a 22 e a 23 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.