Azioni Azimut: la discesa sembra prossima al capolinea

Scritto il 11 Dicembre, 2015 - 14:36 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
1873 letture
Tag

Azimut continua a mostrare una buona impostazione e ad esprimere una maggiore forza rispetto al mercato.

Azimut da fine settembre, quando è sceso a segnare un minimo in area 18,5 euro, ha avviato un bel recupero che lo ha portato poco sopra i 24 euro, prima di avviare una flessione che sta mettendo sotto pressione l’area dei 22,5 euro.

Il titolo sta risentendo della negativa intonazione del mercato e in particolare del settore finanziario, snobbando così le indicazioni positive arrivate dalla raccolta netta registrata nel mese di novembre, quando il gruppo ha riportato un saldo positivo di 730 milioni di euro.

Una performance apprezzate dalle banche d’affari tanto che Banca Akros ha confermato l’invito ad accumulare il titolo in portafoglio, con un prezzo obiettivo a 24 euro. Ancora più generosa la valutazione segnalata da Securities che vede spazi di crescita fino ai 26 euro, con un rating invariato ad “outperform”.

Dal punto di vista tecnica il titolo conferma una buona impostazione e si sta avvicinando ora a livelli di prezzo che si presentano interessanti per l’apertura di nuove posizioni al rialzo.
Suggeriamo l’acquisto del titolo in caso di avvicinamento di area 22 euro, con stop stretto a 21,3 euro e primo obiettivo a 23 euro, con target successivo a 24/24,1 euro.

Al momento sconsigliamo un’operatività short su che andremo a valutare solo in caso di cedimento dei 21/20,5 euro, con un ingresso al ribasso corredato da uno stop a 22/22,1 euro e un target a 18,5 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.