Azioni Anima Holding: pillole di trading per il breve termine

Scritto il 20 Novembre, 2015 - 13:44 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
1700 letture
Tag

Anima Holding vanta un rialzo a tre cifre da inizio anno e vista la strada percorsa fino ad ora è bene muoversi con una certa cautela.

anima

Anima Holding è senza dubbio un titolo molto giovane visto che ha alle sua spalle una storia di circa un anno e mezzo, da quando ad aprile dello scorso anno ha fatto suo debutto a Piazza Affari.

Il titolo è peraltro una new entry del Ftse Mib, visto che è entrato a far parte del paniere delle blue chips dal 2 novembre scorso in sostituzione di . Anima Holding da inizio anno presenta un bilancio a dir poco sfavillante con un rialzo di circa il 110% rispetto alla fine del 2014.
Il titolo agli inizi di agosto ha aggiornato il suo massimo storico arrivando a toccare nell’intraday un top a 9,87 euro, da cui però ha avviato una flessione verso i 7,5 euro tra fine settembre e inizio ottobre.

Da questo livello sono ripartiti gli acquisti che vedono ora i corsi alle prese con la soglia degli 8,5 euro. Il superamento confermato di questo livello aprirà ulteriori scenari rialzisti con primo target a 9 euro, oltre il quale si guarderà ai 9,35 e ai 9,5 euro, prima di pensare ad un nuovo allungo verso i massimo storici poco sotto i 10 euro.

Vista la strada percorsa dal titolo da inizio anno, sconsigliamo l’apertura di posizioni in ottica di investimento, suggerendo piuttosto brevi operazioni di trading.
Sopra gli 8,5 euro si può intervenire al rialzo con stop stretto a 8,3 euro e obiettivo a 9 euro e a 9,3/9,35 euro.

Eventuali posizioni short si possono valutare su rottura di quota 8,25 euro, con stop sopra 8,5 euro e target a 8 euro e a 7,8/7,7 euro e a tendere sui 7,5 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.