Aud-Yen, cerchiamo una entrata short.

Scritto il 31 Luglio, 2013 - 21:23 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1755 letture

Aud-Yen, la debolezza dell’australiano ha spinto la coppia al ribasso. Studiamo una strategia di ingresso in vendita per entrare nella fase discendente di breve.

Aud-Yen: nell’ultimo periodo lo Yen non ha avuto particolari pressioni in acquisto o vendita ma, al contrario, per il dollaro australiano sembra essere ritornato un momentum di debolezza, anche in seguito alle voci di prossimi tagli nei tassi, con forte sell off soprattutto nell’ultima settimana di negoziazione.
Aud-Yen ha rotto infatti il livello di supporto tecnico 89 (la media mobile era già stata precedentemente violata al ribasso) e potrebbe ora tornare sui livelli di 8 mesi fa in area 86 (oltretutto la candela settimanale attualmente in formazione pare proprio rompere al ribasso una sorta di flag di continuazione ribassista che potrebbe riportare, nel medio periodo, la quotazione su livelli ben più bassi).
Da un punto di vista operativo cercherò uno dei miei segnali di trading in vendita proprio sul livello 89, ora resistenza, approfittando di un possibile pullback tecnico per entrare ad un miglior prezzo.
audyen31


Finestra macroeconomica

Dopo l’attesa delle precedenti sedute, siamo giunti finalmente al primo dei tre giorni di grande volatilità che passerà dagli Stati Uniti all’Europa per poi nuovamente ritornare negli States!
Poco fa, infatti, abbiamo ricevuto dalla Federal Reserve la conferma del livello dei tassi allo 0,25% ma anche il mantenimento (ormai più volte ribadito) dell’attuale piano di stimoli all’economia fino a quando sarà necessario e comunque con la prospettiva di procedere ad una graduale riduzione dello stesso ma senza conoscere al momento una data certa.
In mattinata abbiamo ricevuto dal Giappone il dato sulla produzione manifatturiera (risultato in calo come la produzione industriale di ieri), dalla Germania i dati sul mercato del lavoro (in leggero miglioramento), la disoccupazione e l’inflazione dell’eurozona (stabile al 12,1% la prima ed in leggera discesa la seconda), il prodotto interno lordo negli Stati Uniti e nel Canada (superiori alle precedenti rilevazioni ma il primo anche molto al di sopra delle attese), la situazione delle scorte di petrolio statunitense da parte del Dipartimento dell’Energia.
La giornata è stata piuttosto variabile per le borse dei valori con chiusure in rosso per gli indici asiatici, contrastate per quelli europei e positive per quelle americane trainate dalla conferma degli stimoli della Fed.
Anche domani avremo un calendario economico particolarmente intenso con molti dati sulla produzione manifatturiera (in Australia, Cina, Usa, Regno Unito e zona euro), le richieste di sussidi alla disoccupazione in America e, ovviamente, i due appuntamenti più attesi con i meeting della Banca Centrale Europea e della Bank of England per la decisione tassi ed i rispettivi statements di politica monetaria.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.