AUD USD: triangolo in formazione?

Scritto il 2 Dicembre, 2015 - 11:13 da Filippo Pozzebon
Pubblicato in
1794 letture
Tag

AUD USD: triangolo in formazione? La contrazione del prezzo è evidente: determinante la price action dei prossimi giorni

aud usd

aud usd

Poche figure tecniche chiare nel mercato in questi giorni: un cambio interessante sembra essere AUD USD anche se la figura tecnica è ancora in formazione. La fase laterale è cominciata quando il cross ha completato la discesa in area 0,69 il 2 Settembre 2015, da quel momento infatti, il prezzo ha oscillato tra test del minimo a 0,69 e test del massimo a 0,738. In questi casi, quando nè resistenza nè supporto vengono rotti, la figura più probabile resta un triangolo. I triangoli sono caratterizzati da movimenti correttivi ( 3 onde) che si formano in serie: A-B-C-D-E.

Nell’immagine possiamo notare come al momento siano stati completati solamente 3 movimenti: A, B e C.

Per cui nei prossimi giorni / settimane la lateralità dovrebbe continuare restringendo sempre di più l’oscillazione del prezzo. Talvolta però, i triangoli possono essere anche una combinazione di una figura tecnica più complessa. In linea di massima, se il triangolo romperà l’estremo D possiamo affermare che il triangolo è un triangolo ribassista, se invece il triangolo dovesse rompere area 0,735 allora il triangolo sarà solamente parte di una correzione del trend 0,817 – 0,69 e potremmo assistere ad una risalita del prezzo fino ad area 0,76.

Un’altra importante caratteristica dei triangoli è quella di segnalare la parte finale di un trend, il triangolo infatti si posiziona appena prima dell’ultimo movimento del trend principale, che una volta  completato, dovrebbe sancire la fine del trend. Possiamo quindi impostare due tipi di strategie su questo cross:

Strategia triangolo ribassista:

  • sell stop a rottura del punto D
  • take profit 0,68
  • stop loss 0,738

Strategia triangolo rialzista:

  • buy stop a rottura del punto C
  • stop loss 0,69
  • take profit 0,76

Fondamentale sarà il dato americano di venerdì, che però possiamo tradare con dei semplici ordini pendenti quando la volatilità si comprime in questo modo.

 

Chi sono
Filippo Pozzebon

Sono un trader indipendente, lavoro nel mercato Forex commodities e azionario adottando strategie di trading discrezionale abbinate ad expert advisor di mia creazione e tecniche di spread trading. Laureato in Statistica e Informatica nel 2007 ho maturato un esperienza come dipendente bancario prima di dedicarmi a tempo pieno al trading. Le mie decisioni di trading partono dall'analisi tecnica dello strumento alla quale abbino sempre un'analisi intermarket delle variabili presenti nel mercato e un'analisi fondamentale dello scenario macroeconomico. Per approdondire le mie analisi : visita il sito: https://filipozze.wordpress.com/