Aud-Nzd, rottura weekly?

Scritto il 24 Aprile, 2014 - 18:06 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1439 letture

Segnali Forex di Price Action
Aud-Nzd, la trendline ribassista di lungo periodo è stata violata ed il prezzo si trova sul livello superiore della lateralità di medio termine: valutiamo entrate long.

Aud-Nzd, entrambe le valute vengono da un periodo di particolare apprezzamento ma da qualche seduta stiamo assistendo a prese di profitto che stanno interessando in modo particolare il dollaro neozelandese (nonostante l’ultimo aumento dei tassi di interesse). Il grafico settimanale ci mostra un bellissimo e lineare movimento ribassista iniziato un anno fa sul quale è possibile tracciare una linea di trend che aveva “contenuto”il prezzo fino a poche sedute orsono. Aud-Nzd infatti, pur rimanendo all’interno di una fase laterale di medio termine, dopo aver toccato i minimi a 1,0550 a metà marzo ha intrapreso un mini trend rialzista rompendo la media mobile sul daily e la stessa trendline ribassista. Al momento il prezzo sta accumulando appena sotto il lato superiore di questa lateralità (area 1,09) ed una eventuale violazione bullish, confermata da un set up di price action, potrebbe essere un ottimo spunto di trading per entrare in acquisto di dollari australiani con un target di profitto sulla successiva zona di resistenza 1,12.
audnzd24

Calendario Forex

Dopo la conferma di ieri sera sull’ aumento dei tassi neozelandesi al 3% da parte della Reserve Bank of New Zealand, il calendario economico ci mostra oggi market movers di media rilevanza fra i quali ricordiamo: la bilancia commerciale svizzera (in discesa), l’indice IFO tedesco sulla fiducia economica (sale oltre le attese), gli ordini di beni durevoli  USA (sopra le attese) ed i sussidi alla disoccupazione (peggio del previsto).
Le borse asiatiche hanno avuto oggi una seduta contrastata con segno meno per Tokyo e performance positiva per la Cina ed Hong Kong. In Europa la giornata è stata positiva così come, per il momento, a Wall Street.
I più importanti market movers di domani saranno l’inflazione giapponese, le vendite al dettaglio britanniche, il PMI servizi statunitense e l’indice di fiducia dell’ Università del Michigan. Ricordiamo inoltre la chiusura per festività delle borse di valore in Australia e Nuova Zelanda.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.