Aud-Chf, attendiamo un set up long!

Scritto il 8 Maggio, 2014 - 17:07 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1576 letture

Segnali Forex di Price Action
Aud-Chf, dopo il ritest del supporto weekly potremmo assistere ad una continuazione del trend bullish: attendiamo un chiaro segnale di trading long.

Aud-Chf, poche settimane fa abbiamo assistito alla violazione della lateralità di medio periodo con un movimento al rialzo che ha spinto il cross fino al livello 0,83. Aud-Chf ha poi corretto al ribasso in un classico movimento di ritest tecnico del supporto 0,8120 per poi accumulare in un range di breve periodo. In questo momento il prezzo si muove appena sopra la media mobile 21 ed una conferma della forza dei compratori, data da un set up di price action rialzista sul livello 0,82, potrebbe essere attentamente considerata per l’apertura di una posizione long con obiettivo sui massimi sopracitati. In caso di nuovo deprezzamento valuterei un segnale di trading sull’area 0,8120 per comprare ad un prezzo migliore.
audchf08

Calendario Forex
Ottimi dati del lavoro sono giunti stanotte dall’ Australia con un incremento dell’occupazione bel al di sopra delle previsioni ed una disoccupazione stabile contro le attese di aumento;  il conseguente e forte apprezzamento del AUD è stato accentuato anche dal buon dato sulla bilancia commerciale cinese. In discesa la produzione industriale tedesca così come l’inflazione svizzera anche se, quest’ultimo, era un dato atteso dal mercato. Dagli Stati Uniti abbiamo ricevuto la consueta pubblicazione settimanale sui sussidi alla disoccupazione che sono scesi ben oltre le attese degli analisti.
I due market movers più attesi della giornata sono giunti dall’Europa con i meeting di politica monetaria della BCE e della Bank of England. Mark Carney ed il board della BoE ha mantenuto invariati i tassi di interesse (0,50%) ed il piano di acquisto asset; Mario Draghi, nonostante le pressioni, ha lasciato i tassi al minimo storico dello 0,25% (e tali rimarranno, o anche più bassi, per un certo periodo di tempo) e confermato l’atteggiamento assolutamente accomodante della banca centrale che potrebbe ridurre i tassi già da giugno.
I mercati azionari asiatici rimbalzano oggi, dopo la caduta di ieri, con un rialzo di circa l’1% per il Nikkei. L’apertura europea, attendendo la riunione BCE, è stata rialzista per poi accelerare il trend positivo dopo l’annuncio di Draghi. Bene anche l’apertura americana.
Tra i principali market movers di domani ricordiamo l’inflazione cinese, il report di politica monetaria della banca centrale australiana, diversi dati dal Regno Unito (bilancia commerciale, produzione industriale e manifatturiera, stima prodotto interno lordo), dati sul mercato del lavoro canadese.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.