Aud-Cad, cerchiamo un segnale long.

Scritto il 16 Aprile, 2014 - 17:26 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1369 letture

Segnali Forex di Price Action
Aud-Cad, il trend di medio termine è rialzista e la conferma del supporto spinge a ricercare segnali di price action long, vediamo le strategie.

Aud-Cad, dopo il movimento ribassista a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi del 2013, Aud-Cad ha invertito al rialzo formando un canale bullish che ha prima violato l’importante livello psicologico della parità e poi i massimi “quasi” annuali in area 1,0250. Dopo lo storno tecnico di ieri (legato soprattutto ai verbali della banca centrale australiana) il prezzo è tornato a salire formando, in questo momento, una candela inside la cui rottura confermerebbe la ripresa del trend nonché una opportunità di trading che potrebbe essere concretizzata con un target nella zona 1,07. In caso di una nuova fase di accumulazione di brevissimo termine potremmo ricercare un segnale di trading long anche nel livello 1,0250 al fine di migliorare il prezzo di entrata.
audcad16

Calendario Forex
Come evidenziato ieri, il calendario macro di oggi è stato particolarmente intenso e ci ha mostrato: dalla Nuova Zelanda un calo inatteso dell’inflazione; dalla Cina un prodotto interno lordo e vendite al dettaglio migliori delle attese a differenza della produzione industriale in discesa; dal Regno Unito ottimi dati sul mercato del lavoro con un forte aumento dell’occupazione ed una caduta della disoccupazione nuovamente sotto il 7%; dalla zona euro il dato tanto atteso sull’inflazione che è stato confermato allo 0,5%. Oggi si è tenuto l’unico meeting di politica monetaria della settimana, in Canada, con la conferma da parte del governatore Polloz del livello tassi all’1%. Dagli Stati Uniti ricordiamo i dati sulla produzione industriale (sopra le attese) e manifatturiera (negativa) e, tra poche ore, la pubblicazione del Beige Book della Federal Reserve.
Stamattina abbiamo avuto una chiusura molto positiva dell’indice Nikkei, che rimbalza del 3%, ed un’apertura positiva degli indici europei che si mantengono praticamente tutta la seduta al rialzo. In questo momento anche Wall Street è positiva, in attesa del Beige Book della Fed.
I principali market movers di domani saranno la fiducia dei consumatori giapponesi, l’inflazione canadese, l’indice della Fed di Philadelphia e i sussidi alla disoccupazione statunitensi.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.