Assad, ha quadruplicato il Pil della Siria

Scritto il 3 Settembre, 2013 - 18:42 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2970 letture
Tag

Assad, ha quadruplicato il Pil della Siria.Premesso che io non sono un esperto di politica internazionale,ma quando la politica diventa strumento fondamentale per i miei investimenti cerco di capire la situazione.

Assad

Assad

Tratto da Imolaoggi:

Bashar Al Assad,  giunto al potere nel 2000, ha quadruplicato il Pil della Siria in 10 anni grazie a sostanziali riforme economiche di apertura agli investitori stranieri. Avete capito bene: dai circa 15 miliardi di dollari del 1999, il Pil della Siria è giunto a quasi 60 miliardi del 2010.

Forse di questo aumento di Pil hanno beneficiato soltanto i ricchi e i potenti? Potrebbe essere, ma il secondo dato ci fa credere che sia andata bene anche al popolo: la disoccupazione della Siria, sotto il governo di Assad, si è più che dimezzata scendendo dal 20% del 2000 all’8.3% del 2010. Più bassa che in Italia (attualmente oltre il 12%).

La domanda che io mi pongo, perché il popolo siriano dovrebbe ribellarsi ad Assad,presidente che ha portato benessere al popolo?

Come mai Obama e amici senza avere ancora delle prove certe vogliono realizzare cosi velocemente un attacco in Siria?Io osservando la storia,ricordo un tal Gheddafi..poi sappiamo tutti la fine che fece.

Quindi, chiarito il gioco delle parti,sto cercando di capire come il mercato vede lo scenario guerra che al momento sembra essere molto vicino:

-Massacro delle valute dei paesi emergenti e svalutazione dell’Aud e Nzd

-Petrolio alle stelle

-Salita dell’oro

-Crollo dell’Equity

Queste mi sembrano delle certezze, su altri strumenti finanziari sto ancora cercando di capire la loro tendenza, allo svilupparsi del nuovo scenario.Per chi avesse visto nuove interessanti tendenze e avesse piacere di condividerle con la nostra comunità, ne saremmo tutti lieti, commentate pure tramite facebook.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.