Argento, un nuovo short si avvicina?

Scritto il 9 Luglio, 2013 - 21:01 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1771 letture

Argento, l’area di resistenza statica e dinamica in prossimità potrebbe costituire una nuova possibilità di vendita di questa commodity. Ecco le possibili strategie operative…

Argento: siamo nella terza settimana di movimento laterale compreso tra $18,50 e $20. La tendenza principale è comunque ribassista e vede nel livello superiore del range appena citato un’area chiave statica e dinamica (arrivo della media mobile a 21 periodi) in cui potremmo ricercare nelle prossime sedute uno dei miei segnali operativi per entrare in vendita di Argento. La ripresa di un movimento bearish potrebbe coincidere, per correlazione inversa, con una continuazione rialzista del Dollar Index  in seguito ad un ritorno alla forza del dollaro americano. Il target di un trade short potrebbe essere il livello $17,40, con un pò di attenzione anche sul livello inferiore della lateralità ($18,50) per valutare eventuali continuazioni del trading range di breve periodo.
xag 09

Finestra macroeconomica

Il dato sull’inflazione cinese è risultato oggi superiore alle attese e alla rilevazione precedente (2,7% contro il 2,5% atteso).
Dal Regno Unito abbiamo ricevuto diversi dati interessanti: la produzione industriale e quella manifatturiera (entrambe al di sotto delle attese), la bilancia commerciale (leggermente meglio del previsto) e la stima del prodotto interno lordo confermata allo 0,6% come il dato precedente.
Tutti positivi i principali indici mondiali con migliori performance per Francoforte e Tokyo. Male Milano con il downgrade di Standard & Poors per l’ che passa a “BBB” con outlook negativo.
Domani conosceremo dalla Germania il tasso di inflazione e dagli Stati Uniti il Minute della Federal Reserve ed il discorso di Ben Bernanke a Boston sulla politica economica.

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.