Argento, in attesa di segnali long

Scritto il 23 Aprile, 2014 - 17:38 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1885 letture

Segnali Forex di Price Action
Argento, si avvicina alla parte inferiore della lateralità di medio termine. Cerchiamo sul supporto dei segnali di price action long per tradare il range.

Argento, dopo i massimi di febbraio in zona $22 questo metallo prezioso ha gradualmente perso di valore violando prima la media mobile 21 e poi l’importante area di supporto $20,50. In questo momento prosegue la fase ribassista di breve periodo che sta spingendo l’argento verso il livello chiave $19, il quale rappresenta il minimo degli ultimi dieci mesi nonché parte inferiore della lateralità di medio termine visibile nel grafico daily. Proprio su tale livello potrebbe essere interessante ricercare dei set up di trading rialzisti per aprire una posizione long e tradare il range con un target minimo in zona $20,40 e successivamente sul massimo $22. Qualora il deprezzamento dell’argento proseguisse potremmo anche constatare una rottura ribassista del livello chiave di supporto e, in tal caso, la view sarebbe più ribassista e quindi improntata alla ricerca di segnali short per rivedere il prezzo in zona $17,50.
argento23

Calendario Forex
La giornata macroeconomica è iniziata con un dato a sorpresa dall’ Australia che ha evidenziato una crescita dell’inflazione ma decisamente meno rispetto a quelle che erano le attese degli analisti e ciò ha causato una ondata di vendite sull’ australiano. Oltre alla pubblicazione del Minute da parte della Bank of England, abbiamo ricevuto oggi diversi dati manifatturieri: in Cina, Germania e zona euro (al rialzo) e negli Stati Uniti (stabile).
Il calendario macro si chiuderà stanotte con il meeting di politica monetaria in Nuova Zelanda è la probabile comunicazione di un nuovo aumento dei tassi al 3%, stando alle previsioni del mercato.
La borsa di Tokyo oggi rimbalza ottenendo una performance appena superiore all’1%. Gli indici europei aprono piatti e chiudono al ribasso influenzati dall’ apertura debole di Wall Street.
Domani, tra i più importanti market movers, ricordiamo la bilancia commerciale svizzera, l’indice IFO tedesco, i beni durevoli e i sussidi alla disoccupazione statunitensi.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.