Argentina: ecco il default americano

Scritto il 1 Agosto, 2014 - 10:23 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2617 letture
Tag

Argentina: ecco il default americano. Oggi ti voglio raccontare la vera storia del debito dell’Argentina, di quello che vedono gli investitori, del default americano.

Default americano

Default americano

Prima di iniziare bisogna fare una breve analisi macro:

-Venezuela, è stato fatto di tutto per annientare Chavez e creare disordini in uno dei paesi che ha i più grandi giacimenti del mondo. Altri paesi latino americani di cui non vi racconto la storia, che diventerebbe troppo lunga, hanno detto basta allo strapotere delle regole americane.

-Putin che è il vero portavoce dei Brics, grazie a lui è stato possibile creare la banca centrale dei Brics, vera concorrente di quella mondiale, ora è perseguitato da mezzo mondo.

Fatta questa dovuta premessa geopolitica, l’Aregntina ha avuto in passato grossi screzi con Lagarde il presidente del Fmi che in realtà rappresenta solo gli interessi degli Usa. Ma veniamo ai giorni nostri, si dichiara in default un paese quando è insolvente, ossia non ha i soldi per pagare, nella realtà l’Argentina ha versato i soldi che sono stati fermati da un giudice americano il motivo?

Perché dopo il fallimento di 13 anni fa, alcuni fondi Hedge americani non hanno accettato il piano che tutti i debitori avevano accettato e quindi hanno fatto causa e hanno vinto…quindi ora per questa ragione ne i debitori del debito ristrutturato ne gli hegde found prendono soldi….

Oggi i prezzi dei bond quotano vicino a 90, segno che il paese per gli investitori non è in default…..

Dal mio punto di vista siamo di fronte ad uno scontro a muso duro davvero micidiale, infatti gli Usa sono sempre stati abituati che tutti chinassero la testa, oggi questo non è avvenuto e quindi siamo di fronte al primo default americano.

Infatti dovranno per forza cedere e sbloccare quei soldi da dare ai debitori, che altrimenti faranno una contro causa per riaverli…..ma ha chi la faranno?

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.