Analisi tecnica, euro-dollaro vuole riprendersi

Scritto il 7 Aprile, 2013 - 6:23 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2722 letture
Tag

Vediamo oggi l’analisi tecnica del cross valutario euro-dollaro,sembra che ci siano dei segnali di risveglio,che però devono essere verificati.

L’analisi tecnica di lungo periodo sul cross euro dollaro, ci dice che questo cross è sicuramente negativo con massimi fatti  nel 2008 a 1.6 e da li in poi una serie di massimi decrescenti.Dal punto di vista dei minimi invece abbiamo visto un recente doppio minimo in area 1.2 che a mio avviso verrà in un prosimo futuro rotto al ribasso.Analisi tecnica euro dollaro

Euro dollaro come movimento di medio, ossia nell’ultimo anno appunto è rimbalzato da area 1.20 sino ad un max a 1.37 e ora sta ritracciando, se il cross euro dollaro non andrà al di sotto della riga rossa ossia al livello di 1.2660 ci potrebbe ancora essere un ultima gamba di rialzo di questo movimento di medio, che porterebbe secondo l’analisi tecnica il cross euro dollaro a 1.38-1.4 come  max.Raggiunto tale livello avrebbe inizio la fase di forte ribasso che porterà il cross euro dollaro sotto gli 1.20.

Opzione due invece,  viste le  pessime notizie e il terribile sentiment che circola sulle piazze finanziarie mondiali,venga rotta la linea di supporto rossa e quindi si vada subito verso 1.2 senza nessun ulteriore rimbalzo.

Direi che da punto operativo al momento siamo in una fase di transizione,quindi seguendo solo l’analisi tecnica bisogna attendere o un segnale di forza per andare long o la rottura della linea rossa per andare short.Finchè una di queste due strade non viene delineata rimarrei alla finestra sul cross euro dollaro.Analisi tecnica euro dollaro

Analisi tecnica euro dollaro:

Short se il cross euro-dollaro chiude in area 1.26

Long se il cross euro-dollaro chiudere sopra gli 1.32

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.