5 Errori comuni che si compiono in una strategia con barra di pin

Scritto il 1 Settembre, 2016 - 6:32 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1792 letture
Tag

5 Errori comuni che si compiono in una strategia con barra di pin.


barra di pin

La barra di pin è probabilmente il più potente segnale di andamento dei prezzi mai esistito. Vediamo insieme quali sono i 5 errori più comuni che puoi compiere operando con questo tipo di strategia.

La barra di pin è probabilmente il più potente segnale di andamento dei prezzi mai esistito. Se potessi scegliere un solo modello di andamento di prezzo per tutta la mia vita, probabilmente sceglierei la barra pin. Tuttavia, nonostante la sua struttura semplice, la barra pin può rivelarsi difficile per il trading se non si sa distinguere una buona barra da una cattiva.

Vedo molti traders commettere gli stessi errori più volte con le barre pin: operano su ogni pin che incontrano e non danno importanza al contesto del mercato da cui si genera la barra pin, cercano costantemente di operare con barre pin in contro-tendenza e commettono altri errori.

Il punto è che esistono diverse sottigliezze, parlando di barre di pin, che dovete comprendere se intendete utilizzarli con profitto. Quindi, senza ulteriori indugi, vediamo quali sono gli errori più comuni dei traders….

1. Non imparare prima a fare trading con le barre pin nei mercati di tendenza

La prima cosa che dico di fare ai miei studenti in materia di barre di pin, è quella di imparare prima ad operare nei mercati di tendenza. Questo perchè, ciascun setup di movimento di prezzo avrà maggior possibilità di esercitarsi con la potenza e il momento particolare di un trend di mercato. Esistono diverse ragioni per questo, ma in realtà le ragioni esatte non ci interessano. Tutto ciò che ci interessa è che un mercato sia ( o non sia ) di tendenza e se siamo in grado di salirci a bordo in modo da trarre vantaggio dalla potenza dello stesso. Ignorare la potenza e il “peso” che si nasconde dietro un mercato di tendenza e credere di poter fare soldi con le barre pin contro il trend, prima di aver imparato ad operare con il trend, è un atteggiamento ignorante. Ad oggi, osservo ancora le barre pin con il trend per prima cosa, e questi sono i segnali a barra che preferisco come opzione numero uno.
2. Non imparare ad operare con barre pin su grafici giornalieri

Se non riesci a fare trading con barre pin su grafici giornalieri, non sarai in grado di operare nemmeno in un tempo inferiore. Per i motivi descritti qui, il grafico giornaliero rappresenta il miglior periodo di tempo per fare trading e non lo dico da un punto di vista soggettivo, ritengo che sia un dato di fatto.

In generale, più il lasso di tempo è inferiore, meno probabilità si hanno con un segnale di andamento di prezzo ( o altri segnali ). Questo è dovuto alla confusione del mercato o alle oscillazioni casuali di prezzo che semplicemente non significano niente, e all’interno di questa confusione si pongono inevitabilmente barre di pin che potrebbero risultare buon da un occhio inesperto ma che in realtà sono prive di senso.

Così, una barra pin in un grafico giornaliero ha molte più probabilità di essere significativa, semplicemente perchè si trova sul grafico giornaliero dove ci sono meno oscillazioni casuali di mercato. Il grafico giornaliero mostra la visione più pertinente di un mercato, compreso quello che è accaduto in esso e ciò che potrebbe accadere dopo. Nel momento in cui si scende in termini di lassi di tempo, questa visione diventa più azzardata e meno significativa, come qualsiasi segnale di andamento dei prezzi.

3. Fare trading con le barre pin senza confluenza-contesto di mercato

Una barra pin è un potente segnale di movimento dei prezzi ma solo se si verifica al posto giusto e al momento giusto in un determinato grafico. Come insegno ai miei studenti, i migliori segnali con barra pin si verificano generalmente ad un livello o area confluente all’interno del grafico. In sostanza, esistono diverse barre pin che potreste avvistare in un determinato grafico di prezzi, ed è il tipo o quantità di confluenza che rende una barra pin migliore ( o peggiore) di un’altra.

Mi piace dire ai miei studenti che un buon segnale a bara pin dovrebbe “dare un senso” nel contesto delle condizioni di mercato corrente che si verificano nel grafico giornaliero. Questo discorso vale anche per una barra pin di un’ora o quattro ore; se questa non “ha un senso” rispetto al trend e ai livelli di grafico chiave o entrambi, allora probabilmente non si tratta di una buona barra pin con cui fare trading.

4. Posizionare il vostro stop loss troppo vicino al prezzo di ingresso

Un altro grave errore commesso dai traders è quello di posizionare il loro stop loss troppo vicino al prezzo di ingresso. Spesso i buoni trades richiedono più tempo perchè si verifichino, e questo deriva dal fatto che i mercati fluttuano nel tempo, spesso senza motivo, e quindi non vuoi rimanere fuori da un trade con una buona barra pin prematuramente solo perchè il tuo stop loss era troppo vicino.

Quello che dovreste fare è quindi trovare il punto più logico sul grafico che possa invalidare il vostro trade nel caso in cui il prezzo si muovesse al di sopra di questo. Solitamente questo punto o livello è più lontano di quanto la maggior parte delle persone voglia o ritenga che debba essere. L’aspetto difficile nell’avere ampi stop losses, sta nel fatto che se si vuole gestire il rischio correttamente, è necessario ridurre la dimensione della posizione in giù, nel momento in cui la distanza dello stop loss cresce. Non si tratta di rallentare o ostacolare i vostri progressi di trading,perchè nel lungo periodo questo atteggiamento porterà a maggiori guadagni, perchè starete operando correttamente e starete costruendo abitudini commerciali adeguate.

5. Non state effettivamente facendo trading su una barra pin

Molto spesso i traders credono di fare trading su un setup di barra pin e in realtà non lo è. Questo è un errore che commettono generalmente le persone non adeguatamente formate sull’argomento ma si tratta di una lacuna di facile risoluzione. Attraverso un’adeguata formazione sul trading con barra pin ed esercitazione imparerete rapidamente come si presenta una barra pin di alta qualità, come identificarla e come fare trading in modo corretto.

Spero che da questa lezione abbiate imparato alcuni degli errori più comuni tra i traders e alcune misure da adottare per evitarli. Se intendete approfondire questo argomento date uno sguardo alla lezione sull’oscillazione di prezzo per maggiori informazioni.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.