Usd-Cad, per ora rimane short!

Scritto il 15 Marzo, 2016 - 11:17 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1409 letture

Segnali Forex di Price Action
Usd-Cad: la coppia “nordamericana” ci mostra senza dubbio uno dei grafici più continui e lineari da inizio anno rispetto al panorama del mercato Forex. Infatti, dopo tutto il movimento ascendente che ha contraddistinto la coppia negli ultimi due mesi del 2015, dopo aver raggiunto un livello di massimo relativo in area 1,4650 il prezzo ha iniziato un bel movimento discendente che ha dapprima violato al ribasso la media mobile, e poi continuato la discesa rompendo i diversi livelli di supporto fino a giungere ai minimi relativi della scorsa settimana in area 1,3180. Complice di questo bel movimento discendente è stata sia la debolezza del dollaro americano (in virtù di un potenziale allontanamento del nuovo rialzo tassi, per alcuni in giugno ma per altri addirittura dopo le elezioni presidenziali americane di novembre) e sia il rafforzamento del dollaro canadese dovuto alla correlazione positiva con l’apprezzamento del petrolio, che si trova in una fase di breve periodo rialzista e che ha quindi consentito una maggiore tonicità della valuta canadese spingendo al ribasso Usd-Cad. In questo momento, nel brevissimo periodo, ci troviamo di fronte ad un movimento di leggera correzione rialzista, sempre al di sotto della media mobile e della zona di resistenza 1, 3450; e proprio quest’ultimo livello appena menzionato rappresenta la zona migliore da un punto di vista “daily” per ricercare dei segnali di trading short, approfittando anche della dell’arrivo della media mobile dall’alto, e valutare un’ entrata in vendita con target di presa di profitto anche in zona 1,2850. Ovviamente in questo senso influiranno sicuramente 2 parametri fondamentali che sono da un lato lo stesso petrolio, ancora all’interno di un scenario ribassista di medio periodo (e che quindi influenzerebbe negativamente il canadese), dall’altro l’imminente meeting monetario della Federal Reserve che potrebbe generare una forte volatilità per il dollaro statunitense in una direzione difficilmente prevedibile. Tecnicamente comunque lo scenario per ora è sempre ribassista, considerando anche il movimento di Usd-Cad al di sotto della Ema 21 nel time frame settimanale.
www.mauriforex.com (valute e materie prime)
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

USDCAD D1 (03-15-2016 1116)

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.