150 miliardi per le banche italiane, il mercato reale cosa ne pensa?

Scritto il 1 Luglio, 2016 - 8:30 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1625 letture
Tag

150 miliardi per le banche italiane, il mercato reale cosa ne pensa? Di ieri un importante notizia per il settore bancario italiano, analizziamola meglio per capire.

banche italiane

banche italiane

Il nostro compito è quello di osservare la realtà, fare delle considerazioni di natura teorica e poi vedere nella realtà che cosa vedono i mercati reali, partiamo con la legge:

Fonte: Ansa.it

Garanzia statale su 150 miliardi di liquidità per creare un programma preventivo di supporto alle banche, da attivare nel solo 2016 e per gli istituti solvibili, che rispetta le “regole sugli aiuti di Stato” in situazioni “eccezionali”. “La Commissione Ue ha autorizzato, in base alle regole sugli aiuti di Stato, l’introduzione di uno schema di garanzia per le banche fino al 31 dicembre 2016. Lo schema copre misure di supporto alla liquidità in favore di banche solventi come misura precauzionale”, scrive la Commissione Ue in una nota. Lo schema è in linea con le linee guida della Commissione sugli aiuti di Stato alle banche durante la crisi (la comunicazione pubblicata nel 2013), uno schema già applicato in diversi Stati. “L’ ha chiesto alla Commissione di autorizzare il sostegno alla liquidità, che può essere fornito a banche solvibili in caso di bisogno”, si legge nella nota. L’Italia “ha notificato questa misura per motivi precauzionali”, ma “non ci sono aspettative che sopravvenga la necessità di usare questo schema”.

Ecco alcune mie personali considerazioni:

-Le banche italiane sono piene di liquidità, perché dovrebbero aver bisogno di ulteriori garanzie?

-La legge vale solo per il 2016 e dopo? Se ho bisogno di una garanzia oggi, come posso in circa sei mesi restituirla?

-Se lo stato italiano dovesse realmente garantire questo importo, cosa succederebbe il 7 Ottobre data di revisione del rating sovrano? Ti ricordo che se perde anche solo un gradino, la Bce non potrebbe più acquistare titoli di stato.

Come vede il mercato reale tutto questo?

Ieri abbiamo avuto una bella reazione per il Ftse Mib che è salito molto bene. Quello che ritengo più affidabile è il mercato Forex e i particolare lo Yen in questa fase, come mai oggi non si svaluta ma anzi risulta essere valuta molto forte?

La news sembra a effetto, senza ragionare, molti si saranno buttati a comperare banche e indice italiano, io rileggendo la legge ed osservando l’interpretazione dei mercati al momento rimango negativo, anzi queste misure cosi forti su temi come la liquidità in un periodo come questo mi mettono ancora più in allarme che c’è qualche problema non chiaro.

Ovvio, se il mercato e la speculazione crederà in questa storia io mi accoderò per il momento non sembra crederci e quindi rimango con posizioni short aperte, anche se flessibile al cambiamento se necessario.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.