Salari nel mondo: dove conviene andare?

Scritto il 15 ottobre, 2018 - 9:57 da Fabio Troglia
Pubblicato in
594 letture
Tag

Dove il tuo salario potrebbe fare un grande incremento?

Salari nel mondo

Salari nel mond

Sei un diligente lavoratore con sede negli Stati Uniti che è stanco di guardare l’inflazione spazzare via quel poco guadagno salariale che sei riuscito a racimolare negli ultimi anni? Beh, se stai cercando un aumento di stipendio, ma non vuoi affrontare la fatica di trovare un altro lavoro più remunerativo, Bloomberg ha un suggerimento: prova a trasferirti a Singapore.
Secondo l’Expat Explorer annuale di HSBC, il 45% degli espatriati ha dichiarato di guadagnare più denaro lavorando all’estero rispetto a quello che ha lavorato negli Stati Uniti. Per l’expat medio, spostarsi all’estero ha aumentato la loro retribuzione del 21%, con i posti di lavoro più remunerativi trovati negli Stati Uniti, a Singapore ea Hong Kong.
Gli espatriati che vivono in Svizzera, noti per il loro alto costo della vita, hanno riportato un aumento del reddito annuale per un totale di $ 61.000. Gli stipendi erano in media $ 203.000 all’anno, il doppio del livello globale.
Nel frattempo, Singapore era il posto migliore in cui vivere e lavorare per un quarto anno consecutivo, davanti a Nuova Zelanda, Germania e Canada, mentre la Svizzera (probabilmente a causa dell’elevato costo della vita sopra menzionato) si è classificata ottava.

“Singapore racchiude tutto ciò che un expat in erba potrebbe desiderare in uno dei territori più piccoli del mondo”, ha dichiarato John Goddard, responsabile di HSBC Expat.

La Svezia ha vinto il primo posto nella categoria “famiglia”, mentre la Nuova Zelanda, la Spagna e Taiwan hanno guidato la categoria “esperienza”.

Se spostarsi all’estero è sempre stato un sogno personale, HSBC può indicare una miriade di vantaggi, sia finanziari che familiari, che spesso accompagnano lo status di espatriato. Tuttavia, il rapporto aveva i suoi difetti. Ad esempio, il sondaggio di 22.318 persone ha mostrato che le donne spesso si trascinavano dietro gli uomini in termini di livello di beneficio che hanno vissuto. Ad esempio, il trasferimento ha aumentato solo il reddito di una donna del 27%, rispetto al 47% per gli uomini (a quanto pare, HSBC ha trovato, il fabled gap gap esiste al di fuori dei confini degli Stati Uniti).

Ma la banca ha anche trovato diverse giustificazioni per questo che non avevano nulla a che fare con le donne che venivano pagate meno per aver fatto lo stesso identico lavoro. Solo la metà delle donne intervistate lavorava a tempo pieno e il livello medio di istruzione era più basso per le donne che per gli uomini.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.