Il Mondo visto da un trader

Scritto il 9 aprile, 2013 - 11:01 da Fabio Troglia
Pubblicato in
8369 letture
Tag

Il mondo visto da u trader,ossia il mio modo di vedere i fatti gli eventi alla luce del risvolti economici che essi implicano.Cercherò in questo, ed in altri post di darvi una mia personale visione dei fatti che succedono a livello globale,perchè noto che ci sono tante ansa,ma poca vision globale.Io personalmente penso che il mondo si muova seguendo un suo filo conduttore che si manifesta nelle diverse parti del globo in maniera differente,ma che abbia la stessa radice di pensiero.

Mondo visto da un trader

Mondo visto da un trader

Giappone,ex seconda potenza monidale,re della perfezione,della precisione,ma costituito da una popolazione vecchia, dedita solo più al lavoro,incapace ormai da anni di crescere.Scioccata dal disastro fi Fukushima,incapace di reagire a tale disastro.A pochi giorni dal disastro tutti  a volere le energie rinnovabili,eliminazione del nucleare a qualsiasi costo,in realtà…

Il Governo Giapponese ha permesso una fortissima valutazione dello Yen per potersi garantire i materiali per la ricostruzione e ora cerca di rilanciare l’economia favorendo invece una forte svalutazione della stessa.In Giappone come nel resto del mondo non si vogliono fare misure profonde nel sistema,perchè c’è un unico obiettivo, portare risultati subito,al futuro forse ci penseremo domani,ma cosi facendo si sta andando verso un vicolo cieco,che è proprio dove è finito il Giappone e dove finiranno molti latri paesi.

Usa, prima grande potenza mondiale,tutti vogliono andare in america perchè li c’è la libertà…ma di che libertà stiamo parlando?Gli Usa che hanno il 30% della popolazione che non cerca neanche  più lavoro tanto è scoraggiata,un sistema sanitario valido solo per i ricchi,una politica estera che ha come unico obiettivo quello di esportare lo stile americano,ossia permettere alle sue multi-nazionali di ramificarsi schiacciando la popolazione e non rispettando mai niente e nessuno.Dal punto di vista pratico con la loro politica dissennata del debito e del Quantitative easing metteranno in ginocchio il mondo,perchè ve lo ricordo che il dollaro è la valuta con cui si paga tutto nel mondo,tutte le commodities sia industriali che alimentari,quindi pane pasta ecc..

Italia, un paese da colonizzare, politici corrotti che sono millenni che non fanno politiche valide per il futuro del paese,tutti i servizi ormai sono al declino,scuola, sanità qualità della vita e gli italiani..loro ormai sono assopiti cercano delle giustificazioni dando la colpa alla crisi,senza mai reagire sempre solo soccombere.Sapendo questo paradigma, colo che  governano il mondo hanno obiettivi semplici:

  • Creare debito,per creare dipendenza.
  • Per ripagare il debito,si privatizza tutto,scuole, sanità,infrastrutture.
  • In maniera complementare,si pesca nelle tasche degli italiani per prendere i loro sudati risparmi.

Questa cari amici è un semplice e breve spaccato di alcune situazioni che hanno pero tutte un filo conduttore comune:

  • L’importante è il risultato,grande bello,ma soprattutto veloce e immediato a qualsiasi costo,questo determina una crescita di breve, ma brucia la stabilità e la crescita strutturale di qualsiasi paese nel lungo termine.
  • Ignoranza,obiettivo principale quello di mantenere la gente nell’ignoranza più assoluta,mantenendo un sistema scolastico vecchio e obsoleto e poi riempiendo la gente di mille problemi giornalieri di modo che non possano pensare ad altro se non ad arrivare alla fine del mese.
  • Violenza,ormai con l’obiettivo di salvare i più deboli si creano delle guerre dal nulla,con lo scopo di cambiare i governanti e mettere delle persone che solitamente siano amiche degli Usa e quindi anche in questo caso favoriscano il sistema Usa.

Pensiamo a quello che oggi sta accadendo in Corea…..

Migliori piattaforme di trading gratuite

Broker Deposito Min. Apertura Conto
Plus500 100€ Inizia
Markets 100€ Inizia
XTrade 100€ Inizia
Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.