Come ottenere la residenza (VISA) a Dubai

Ad eccezione dei cittadini facenti parte del GCC (Gulf Cooperation Countries), cioè Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, Arabia Saudita ed Emirati Arabi, i cittadini di altre nazionalità devono ottenere un permesso di residenza (VISA) per vivere legalmente a Dubai e negli Emirati Arabi in generale.

Senza un permesso di residenza non ti sarà possibile aprire un conto corrente bancario, ottenere la patente valida sul territorio, affittare un’auto a lungo termine, ottenere un PO Box, ecc.

Il sistema più semplice per ottenere un permesso di soggiorno è essere assunti da un’azienda locale che sarà il tuo “sponsor” e che ti fornirà un visto residenti, insieme ad un permesso di lavoro naturalmente.

Ma ci sono anche altre tipologie di visa:

Family residence visa

Si tratta di “sponsorizzare” la propria moglie o i figli per far sì che anch’essi possano risiedere sul territorio. Naturalmente solo se il capo famiglia è in possesso di un residence visa a suo nome potrà sponsorizzare la famiglia.

Investor residence visa

Si tratta di un permesso per investitori. Occorre investire 70.000 AED, che corrispondono oggi a circa 17.500 Euro, con un’azienda locale. Occorre inoltre pagare 300 AED, ovvero 80 Euro, per il visa e si otterrà un permesso valido tre anni.

Occorre però verificare l’attendibilità di queste informazioni di volta in volta perchè le leggi in merito vengono aggiornate di continuo.

Maid residence visa

Si tratta del visto per le donne di servizio. Per coloro che necessitano di aiuto con le faccende domestiche è necessario provvedere personalmente al permesso di residenza per la propria “maid”, esattamente come fanno i datori di lavoro con i propri dipendenti.

Property residence visa

Si tratta del visto per coloro che hanno acquistato una proprietà in loco. Era stato introdotto per favorire l’acquisto di proprietà a Dubai da parte di stranieri che avrebbero ottenuto, in cambio, un permesso di residenza per tre anni. Alcuni visti sono stati emessi seguendo questa politica, ma poi nel 2007/2008 questa pratica è stata sospesa ed è stata rimpiazzata nel 2009 da un permesso ad entrata multipla valido sei mesi.

Relative residence visa

Si tratta del permesso di soggiorno per genitori, suoceri e parenti in genere. Non è un permesso che viene rilasciato in modo automatico, occorre una procedura speciale.

Student residence visa

Gli studenti full-time che si iscrivono ad un college o ad un’università locale (al terzo anno) possono ottenere il residence visa, solitamente da rinnovare annualmente.

Se sei interessato a risiedere negli Emirati devi sapere che per ottenere un permesso di soggiorno dovrai risiedere al di fuori degli Emirati per non più di 180 giorni, altrimenti il tuo permesso sarà considerato invalido e non ti sarà possibile rientrare nel territorio nemmeno con normale visto turistico.

Ma qual è il processo pratico per ottenere un permesso di residenza?

Ecco gli step da percorrere:

  • RICHIESTA ENTRY PERMIT

Lo sponsor, solitamente il capo famiglia, richiede un entry permit, ovvero un permesso di ingresso, che si chiamerà employee permit nel caso in cui siate assunti da un’azienda.

L’Entry Permit è un permesso di residenza elettronico valido per 60 giorni dal momento dell’emissione. Questo stage può essere fatto anche quando il richiedente non è ancora negli Emirati. Ci vorranno circa 10-15 giorni lavorativi per ottenerlo, dal momento dell’invio dei documenti all’Ufficio Immigrazione.

  • ATTIVAZIONE ENTRY PERMIT

Una volta ottenuto l’Entry Permit occorre “attivarlo”, ci sono tre diverse modalità per farlo:

  • Richiedere una variazione di status se il richiedente è già negli Emirati;
  • Attivare l’Entry Permit al momento dell’arrivo nel paese, tramite timbro d’ingresso sull’Entry Permit, in aeroporto;
  • Attivare l’Entry Permit tramite viaggio in Oman. La frontiera con l’Oman si trova a circa due ore di auto da Dubai. E’ possibile pertanto uscire dal paese e rientrare in giornata ottenendo il timbro di ingresso sull’Entry Permit.

Occorre precisare che da questo momento in poi il richiedente non può lasciare il paese.

  • VISITE MEDICHE E EMIRATES ID CARD

A questo punto occorre recarsi presso uno degli ospedali che si occupano specificamente delle visite mediche per l’ottenimento dell’Emirates ID card per un prelievo del sangue ed una radiografia al torace. I risultati sonsaranno disponibili in due giorni lavorativi.

L’Emirates ID è un documento identificativo locale che prova che il detentore dello stesso risiede nel paese in modo legale e con permesso di residenza valido. Questo stesso documento è richiesto per aprire un conto corrente bancario, per stipulare un contratto telefonico, per stipulare un contratto di affitto per un alloggio e molto altro.

  • OTTENIMENTO DEL RESIDENCE VISA

A questo punto occorrerà presentare il proprio passaporto in originale, insieme a tutta la documentazione ottenuta, all’Ufficio Immigrazione ed attendere solitamente 10-15 giorni lavorativi per ottenere la stampa del residence visa sul tuo passaporto.

Qualora desideriate intraprendere questo percorso, ottenere maggiori informazione a riguardo, ricevere assistenza nel processo potete scrivere a info@thefutureisnow.biz.