Brexit, il piano prende forma

Scritto il 7 agosto, 2017 - 9:24 da Fabio Troglia
Pubblicato in
653 letture
Tag

Brexit, il piano prende forma.

Per la prima volta, è emersa una figura di quello che il Primo Ministro Theresa May è disposto a pagare per risolvere il cosiddetto disegno di legge sul divorzio, poiché emerge anche il dettaglio dei tipi di disposizioni transitori che il governo cercherà prima di un terzo ciclo di colloqui con I negoziatori dell’Unione europea dopo questo mese.

Per saperne di più su ciò che l’U.K potrebbe avere bisogno di pagare a parte con l’UE
Ottieni l’ultima volta sulla politica globale nella tua casella di posta elettronica, ogni giorno.
Prendi la nostra newsletter ogni giorno.

Il Sunday Telegraph ha citato tre funzionari governativi che non ha identificato come dire che la Gran Bretagna avrebbe messo sul tavolo 36 miliardi di sterline in un tentativo di spingere la discussione verso un futuro accordo commerciale. Anche se il segretario di Brexit, David Davis, ha detto al Sunday Times che la relazione è stata “notizia a me”, la storia descrive un certo grado di scalate dietro le quinte, con la cifra pari a 40 miliardi di euro, visto come un compromesso tra ciò che L’UE vuole e la posizione di partenza del Regno Unito.

Il dipartimento governativo responsabile dei colloqui di Brexit ha rifiutato di commentare, mentre un funzionario della Commissione ha dichiarato che il braccio esecutivo dell’UE non avrebbe speculato sulle voci. Il funzionario ha inoltre notato che Michel Barnier, il principale negoziatore dell’UE, ha spiegato più volte che l’accordo finanziario copre tutti gli impegni assunti dall’U.K come membro del blocco.
Shift del cabinet

C’è stato uno spostamento tra il governo di maggio, inclusi i sostenitori ardenti di Brexit, al punto che un periodo di transizione è inevitabile. Il problema è finito per quanto tempo dovrebbe durare – con il cancelliere del burocuto Philip Hammond che prevede un periodo di tre anni – e se la libera circolazione delle persone dovrebbe essere permessa di continuare nel tempo.

L’ex governatore della Banca d’Inghilterra, Mervyn King, ha affermato durante il fine settimana che il governo ha “probabilmente sprecato un anno” e che nessun accordo di Brexit era “la prima preferenza di nessuno”.

La chiarezza emergerà dal momento che il governo si prepara a rilasciare una serie di documenti di posizione che forniranno i più forti indizi finora su quanto maggio sia disposto a compromettere e dimostrare se la sua visione di Brexit è davvero ammorbidita.

Politico ha riferito che in un documento l’U.K cercherà un accordo doganale transitorio con l’UE. In un secondo illustrerà la sua soluzione al confine con l’Irlanda del Nord, in quanto illustra un percorso fluido fuori dal blocco.
I ‘Grown-Ups’

Politico ha citato i funzionari di alto livello dicendo che il governo vede le due questioni inseparabili e li desidera e i diritti dei cittadini dell’UE risolti come parte di una grande spinta a collocare i colloqui al commercio. Il governo pubblicherà nei prossimi due mesi ben 12 documenti di posizione, in vista di un vertice dei leader dell’UE, che sarà un forum per sconvolgere i punti di attaccamento ostinati.

“Al centro del governo, nel frattempo, c’è stato un cambiamento nell’equilibrio del potere”, ha scritto Vince Cable, leader dei liberali democratici pro-UE nella Mail Sunday. “Gli adulti, guidati dal cancelliere e dal segretario d’affari, hanno cercato di posticipare Brexit per tre anni, mantenendo la piena disciplina del mercato unico, per dare alle nostre imprese il tempo di adattarsi”.

Un rapporto di ricerca pubblicato nel Financial Times ha dimostrato che due terzi delle maggiori società pubbliche del paese sono più preoccupate per il rischio politico dal momento che i conservatori di maggio hanno perso la maggioranza parlamentare nelle elezioni di giugno. Nel mese di dicembre, l’indagine FT-ICSA Boardroom Bellwether ha mostrato preoccupazione tra le aziende FTSE 350 al 40 per cento.
Niente è cambiato?

Maggio ha fatto più uno sforzo per raggiungere il mondo del business, che è stato sentito stressato per l’ambiente incerto come l’orologio si abbassa fino al marzo 2019, quando l’U.K formalmente lascia l’UE. I dirigenti dell’azienda sono stati ferventi sostenitori del tipo di transizione che il governo sta gravitando verso.

Nick Timothy, una delle confidenze più vicine di maggio, si riaffiorò dopo aver rassegnato il fiasco elettorale per avvisare la lettura troppo di qualsiasi ammorbidimento nel pensiero di Brexit di maggio. “Se ti toglierai il rumore”, compresi i commenti di Hammond su un periodo di transizione, ha affermato che la strategia del primo ministro è la stessa.

“Per tutti i discorsi di alcune persone che dobbiamo cercare una sorta di parziale adesione allo Spazio economico europeo o qualcosa del genere, l’intenzione del governo è stata chiara fin dall’inizio”, ha detto Timothy al Daily Telegraph.

E questo è: “Se cercate una relazione parziale, il pericolo è che sarai nel peggiore di tutti i mondi, dove sarai un prenderlo con nessuno dei vantaggi di essere in, ma tu sacrizerai anche alcuni dei Vantaggi di essere fuori “.

Migliori piattaforme di trading gratuite

Broker Deposito Min. Apertura Conto
Plus500 100€ Inizia
Markets 100€ Inizia
XTrade 100€ Inizia



Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.