Borse mondiali: un crash peggiore del 2007 possibile perchè?

Scritto il 5 novembre, 2018 - 12:57 da Fabio Troglia
Pubblicato in
507 letture
Tag

Borse mondiali: un crash peggiore del 2007 possibile perchè?

borse mondiali

borse mondiali

Prima di guardare con attenzione il video di Nassim Taleb autore del cigno nero,vediamo di vedere insieme alcuni aspetti che meritano interesse.

Ma ancora prima di partire ricordati che se scarichi ora il portafoglio del trader potrai essere aggiornato in tempo reale e capire come sfruttare e a tuo vantaggio quello che sta accadendo sui mercati.

Ecco alcuni esempi pratici:

-Molti valori aziendali sono stati gonfiati da piani di buy back aziendali.

-Fine del Qe,ma non solo ora la Federal Reserve e le altre manche centrali la seguiranno a ruota,stanno drenando liquidità dal mercato.

-Nascita di strumenti speculativi, che in maniera passiva investono sulla bassa volatilità e su rendimento che sino ad oggi sono stati facili…se lo scenario cambia questi strumenti non sono in grado di adattarsi e quindi costretti al fallimento con possibile effetto catena.

-Altri rendimenti dei bond aziendali che creano un alternativa che sino ad oggi non esisteva.

Questi alcuni banali fattori, ma  molto importanti….oggi anche dal punto di vista tecnico molti indicatori hanno rotto importanti medie mobili e supporti,questo non ci garantisce che l’inizio della discesa sia oggi, ma ci impone di avere una strategia del rischio che ci tuteli in caso esso accada, solo in questo modo potremo investire serenamente nei mercati azionari mondiali.

 

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.