Azioni Ferrari

ferariEccellenza del Made in Italy nel mondo, Ferrari S.p.A è una casa automobilista italiana fondata nel 1947 a Maranello da Enzo Ferrari. Produce automobili sportive di fascia alta e da corsa ed è impegnata nell’automobilismo sportivo mondiale.

La sua nascita viene fatta coincidere con la fondazione da parte di Enzo Ferrari della Scuderia Ferrari nel 1929 a Modena. Fino al 1932 la Scuderia ricoprì il ruolo di filiale tecnico-agonistica dell’Alfa Romeo, mentre a partire dal 1933 ne divenne il Reparto Corse e cominciò ad occuparsi di progettazione e gestione delle vetture da competizione. Nel 1937 la Scuderia fu sciolta e l’Alfa Romeo allestì un nuovo Reparto Corse con a capo Enzo Ferrari.

Nel 1939, lasciato il precedente incarico, Enzo Ferrari diede vita ad una casa automobilistica chiamata Auto Avio Costruzioni, sempre con sede a Modena. La prima vettura costruita è datata 1940, ma, con la Seconda Guerra Mondiale, l’attività automobilistica venne sospesa e l’azienda si occupò prevalentemente della costruzione di componenti per velivoli.

Finita la Seconda Guerra Mondiale, Enzo Ferrari fondò l’Auto Costruzioni Ferrari nel 1947 a Maranello, dando ufficialmente inizio alla storia dell’azienda come casa costruttrice.

Nel 1960 l’Auto Costruzioni divenne SEFAC (Società Esercizio Fabbriche Automobili e Corse) e per poi diventare semplicemente Ferrari nel 1965.

Nel 1969 la Ferrari entrò a far parte del Gruppo Fiat, mantenendo la propria autonomia. Nel 1988, dopo la scomparsa di Enzo Ferrari, il pacchetto azionario divenne per il 90% del Gruppo Fiat, mentre il restante 10% andò al figlio Piero Lardi Ferrari che rimase all’interno dell’azienda in qualità di Vice Presidente.

La cittadella Ferrari è stata riprogettata a partire dagli anni ’90 con l’obiettivo di realizzare un organismo dinamico, sviluppato in armonia con le esigenze di chi lavora in Ferrari: dal layout degli edifici ai percorsi di uomini e componenti, alla funzionalità delle attività, e soprattutto al benessere di chi il lavoro lo esegue.

Troviamo la Galleria del Vento, progettata da Renzo Piano, che consente la simulazione delle situazioni reali che le vetture incontrano in pista e su strada; la Nuova Logistica, centro delle operazioni di movimentazione e spedizione strettamente legate all’attività della Scuderia Ferrari; il padiglione Lavorazioni Meccaniche Motori, dove si esegue la lavorazione dei componenti dei motori 8 e 12 cilindri e dove le più sofisticate macchine utensili si alternano ad aree verdi, che contribuiscono al microclima dell’ambiente di lavoro, rendendolo inoltre esteticamente più piacevole e infine il padiglione Verniciatura, che coniuga eccellenza del risultato alle condizioni di lavoro e protezione ambientale, e il Ristorante Aziendale, uno spazio avvolgente, rilassante ed estremamente luminoso dove trascorrere il momento gradevole del pranzo e creare una positiva relazione tra le persone.

Questo e molto altro hanno fatto sì che l’azienda si guadagnasse il titolo di miglior luogo di lavoro in Italia nel 2006 e in Europa nel 2007.

Nel 1991 grazie al sostegno di Gianni Agnelli, Luca Cordero di Montezemolo, Team Principal della Scuderia Ferrari dal 1974 al 1977, diventa Presidente dell’azienda e Amministratore Delegato fino al 2006, prima che Amedeo Felisa ricoprì il ruolo. Proprio sotto la guida di Montezemolo la Ferrari è tornata a vincere nei circuiti di Formula 1, a lanciare nuove vetture e ad aprire nuovi mercati.

Il marchio che contraddistingue le vetture Ferrari ha una origine eroica. Il pilota da caccia Francesco Baracca, medaglia d’oro della prima guerra mondiale, lo aveva adottato come emblema personale, dipingendolo sulla fusoliera del suo aereo. Al termine del conflitto, i genitori di Baracca affidarono l’immagine del Cavallino a Enzo Ferrari, che lo assunse quale simbolo della scuderia automobilistica da lui fondata (apponendolo su uno scudo giallo, colore della città di Modena, sormontato dal tricolore).

Il colore rosso tipico della Ferrari, mai abbandonato, è invece ripreso da quello nazionale italiano per le vetture da Gran Premio, stabilito dalla Federazione Internazionale dell’Automobile nei primi anni del secolo scorso.

Nel 2006 il 5% delle azioni fu acquisito da Mubadala, società finanziaria emiratina che promosse la costruzione del Ferrari World, il più grande parco a tema al mondo, ad Abu Dhabi. Il Gruppo Fiat tornò in possesso di questo 5% nel 2010.

Nel 2013 la Ferrari fu incorporata nella società di diritto olandese New Business Netherlands N.V. e rinominata Ferrari N.V. ad ottobre 2015, quando fece il suo ingresso alla Borsa di New York.

Nel gennaio di quest’anno la Ferrari N.V. Fu scorporata da Fiat Chrysler Automobiles, diventando parte del gruppo Exor e quotata alla Borsa Italiana.

Dati Finanziari
2013 2014 2015
Conto Economico
Ricavi Netti 2.335,27 2.762,36 2.854,37
Risultato Operativo 361,45 415,55 455,36
Utile Netto 240,77 261,37 287,82
EPS Base 1,20 1,52
Media Azioni in Circolazione (Diluito) 189 189
Stato Patrimoniale
Attività Correnti 2.218,86 2.844,66 2.019,82
Attività Non Correnti 1.676,61 1.796,77 1.855,58
Totale Attività 3.895,48 4.641,43 3.875,40
Passività Correnti 589,86 645,22 1.552,14
Totale Passività 1.605,97 2.171,81 3.900,52
Total Equity 2.289,51 2.469,62 -25,12
Flussi di Cassa
Flusso di Cassa da Attività Operative 454,01 426,07 707,27
Capitale Investito -270,90 -330,00 -355,94
Flussi di Cassa 183,11 96,07 351,33

Ultime notizie di ‘ferrari’

Referendum costituzionale 2016, cosa fare a Piazza Affari? Oggi vediamo insieme, quali strategie  e idee di trading possiamo valutare. Ormai mancano pochi giorni al referendum in Italia, la battaglia politica sul SI o sul NO è cominciata mesi fa e a suon di social e tv, gli schieramenti sono alla pari...

Ferrari è un titolo giovane che ha fatto il suo debutto a Piazza Affari il 4 gennaio scorso, ma ha già regalato non poche soddisfazioni agli investitori. Ferrari...