Azioni Telecom Italia: alle prese con un duro ostacolo. Che fare?

Scritto il 2 novembre, 2016 - 14:25 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
1084 letture
Tag

Telecom Italia ha reagito con forza al movimento correttivo accusato da inizio settembre, ma non riesce per il momento a spingersi oltre.

Telecom Italia dai minimi di luglio in area 0,62/0,63 euro ha avviato un forte recupero che lo ha portato a superare anche la soglia di 0,8 euro. A partire da settembre però le vendite hanno affossato nuovamente il titolo che è sceso però a segnare un minimo più alto del precedente, visto che la flessione si è fermata poco sotto quota 0,7 euro.
Il successivo rimbalzo vede ora Telecom Italia alle prese con l’ostacolo di 0,8 euro, violato nell’intraday senza essere riconquistato fino ad ora. Il titolo mostra una buona intonazione di breve e il recente andamento positivo potrebbe essere rafforzato dalla diffusione dei conti trimestrali del gruppo, in arrivo venerdì scorso, per i quali le scommesse degli analisti sono tutte positive.
Anche in ragione di ciò le banche d’affari caldeggiano l’acquisto di Telecom Italia, segnalando dei target price molto interessanti che in diversi casi sono fissati ben oltre la soglia di 1 euro che già di per sè sarebbe un obiettivo allettante per le quotazioni.
Operativamente si può aprire una posizione long su Telecom Italia su rottura confermata da almeno un close giornaliero di area 0,8 euro, con stop a 0,76 euro e primo obiettivo a 0,85 euro, con target successivi a 0,87/0,88 e a 0,9 euro.

Chi sono

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.