Australia, vero malato dei prossimi anni

Scritto il 22 gennaio, 2014 - 18:02 da Fabio Troglia
Pubblicato in
95 letture
Tag

Australia, vero malato dei prossimi anni.Molti parlano della Cina del Giappone,ma tra i futuri malati illustri,va certamente citata l’Australia,che nei prossimi anni si troverà ad affrontare una grave crisi economica.

Australia

Australia

In Australia la crisi sarà molto grave,anche perchè attalemente i prezzi di case e della vita in genere in gran parte dell’Australia sono molto alti e quindi la discesa verso una normalità sarà molto brusca.

La disoccupazione nell’ economia australiana è in aumento. L’Australian Bureau of Statistics ha riferito che nel mese di dicembre , il tasso di disoccupazione del paese è aumentato al 5,8 % – superiore allo 0,1 % rispetto al mese precedente . Il numero degli occupati a tempo pieno è diminuito di 31.600 . I lavoratori part -time sono aumentati nel mese , i disoccupati sono aumentati da 8.000 a dicembre , raggiungendo 722.000 . ( Fonte: ” il tasso di disoccupazione australiano è leggermente aumentato al 5,8 per cento nel dicembre 2013 , ” Australian Bureau of Statistics sito web , 16 gennaio 2014 . )

La domanda di lavoro nell’economia australiana è molto lenta – una situazione classica durante un rallentamento economico . Annunci di lavoro nel paese sono diminuiti dello 0,7 % a dicembre dopo il calo dello 0,8 % nel mese di novembre . Per l’anno , annunci di lavoro in Australia sono diminuiti del nove per cento . ( Fonte : Kwek , G. , . ” Offerte di lavoro : segnali di stabilizzazione , ” Sydney Morning Herald , 13 gennaio 2014 )

Un altro indicatore di un rallentamento economico , l’attività di produzione è ai minimi termini. La performance australiana,Industry Group of Manufacturing Index ( PMI) , un indicatore della produzione nell’economia australiana – in contrazione per il secondo mese consecutivo . L’indice era a 47,6 nel mese di dicembre . (Fonte : . ” Manufacturing rimane in contrazione , ” Markit Economics , 2 gennaio 2014 ) Ogni lettura inferiore a 50 sulla PMI rappresenta una contrazione del settore manifatturiero .

Il rallentamento della Cina,la sua riduzione nella richiesta di materie prime di cui l’Australia e primaria fornitrice, stanno portanto il paese dei canguri ad una situazione difficile.Troviamo riscontro di tale diffcioltà nella forte svautazione del dollaro australiano, che come già detto più volte non è ancora finita.Nel breve l’Australia sia come nazione che come valuta,va assolutamente lasciata fuori dai portafogli,perchè è in pieno movimento discendente,solo quando cominceremo a veder dei segnali di rallentamento e di stabilizzazione,allora per il lunghissimo periodo saremo super compratori,ma ora è prematuro.

Migliori piattaforme di trading gratuite

Broker Deposito Min. Apertura Conto
Plus500 100€ Inizia
Markets 100€ Inizia
XTrade 100€ Inizia



Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.